Torna a Storie Strada

Un ciclista Australiano nel mondo Europeo.

07 gennaio 2020

A gennaio tutto il World Tour di ciclismo si dirige in Australia per l'inizio della stagione, prima di tornare in Europa per i restanti 10 mesi. In quest’occasione abbiamo incontrato Lauren Kitchen, Shara Gillow e Brodie Chapman per capire cosa significhi correre nel loro paese d'origine.

Non importa chi siamo, ogni anno che viviamo ha 12 mesi, 52 settimane e 4 stagioni, giusto? Quei numeri non cambieranno mai, ma il modo in cui li interpretiamo può variare da persona a persona. Infatti, per i ciclisti professionisti australiani questi hanno un significato completamente diverso. Con il 95% del calendario delle gare ciclistiche in Europa, a più di 20 ore di volo dal loro paese, 'casa' è una sensazione leggermente diversa e gli australiani trascorrono solo pochi mesi dell'anno sul suolo di casa, da novembre a febbraio . Vivere 2 estati all'anno, essere lontano dalla famiglia e dagli amici, doversi adattare a culture molto diverse in Europa ...

Ansiosi di saperne di più su questo stile di vita molto singolare, abbiamo chiesto a Brodie Chapman, Shara Gillow e Lauren Kitchen di raccontarci com'è. Hanno gentilmente accettato di aprirci la loro vita e, inutile dirlo, abbiamo imparato molte cose!

È difficile abitare in Europa per quasi tutto l’anno?

Brodie: È difficile essere così lontani dal mio paese. Ovviamente mi mancano la mia famiglia e i miei amici. Non hai molto tempo per vederli e stare con loro. Se li vedi, è per breve tempo dove cerchi di mettere tutto insieme, questa è la parte più difficile. Ma quando mi sono trasferito in Europa sapevo che dovevo farlo. Per me, questo significava trovare un alloggio che potessi chiamare mio, con il mio ragazzo. Ora, non vedo l'ora di tornare lì e trascorrere del tempo in Spagna a gennaio. La casa è una sensazione, sono le persone, è un senso di familiarità. Non deve essere un luogo specifico, è solo un posto dove ti senti a tuo agio. Ti senti a casa.. difficile da spiegare.

Shara: Io ho una famiglia davvero numerosa qui in Australia, 3 fratelli e 3 sorelle. Siamo tutti molto vicini come età. Ormai vado in Europa ogni estate da 6 anni, uso sempre Skype e FaceTime. È piuttosto difficile non vederli ma siamo molto concentrati sull'allenamento e sulle corse. Ci sono momenti in cui ti manca la cultura e il clima australiano. Ma amo anche sperimentare culture diverse in tutto il mondo. Ho vissuto in Olanda per un anno e ora vivo in Francia.

Lauren: Già, è dura essere in Europa per la maggior parte dell'anno. Quando ero più giovane, era più facile perché ero spinto ad arrivare in Europa. Ora lo faccio da più di 10 anni. Lo amo ancora e mi diverto, ma mi mancano di più l'Australia e casa. Penso di aver imparato che devo assicurarmi di avere tempo per me stesso e sopratutto godermi tutto il tempo quando torno in Australia per ricaricare le pile in vista della stagione successiva.

Cosa ti manca di più di casa?

Brodie: Quando sono in Europa, mi manca il clima tropicale dell’Australia. Sono cresciuto a Brisbane, dove fa abbastanza caldo tutto l'anno e ci sono questi incredibili temporali in estate, quasi ogni pomeriggio. Fa molto caldo e all'improvviso hai questo temporale e botta di freddo. E’ da molto che non rivivo queste sensazioni. Mi mancano molto le tempeste tropicali, la cultura dei caffè e il cibo. Penso che l'Australia abbia una sacco di cose da scoprire e unisci molte culture ed esperienze, soprattutto in tema di cibo asiatico e tipologie di caffè. Mi manca anche la cultura del ciclismo che abbiamo a ‘casa’. Melbourne e Sydney hanno infatti un culto per questo sport davvero forte in cui ogni giorno della settimana trovi qualcuno con cui pedalare, su più percorsi e andature diverse.

Shara: Amo le spiagge, senza dubbio. Vivo a 25 km da Noosa Beach e Sunshine Coast è incredibile, mi manca davvero questo oltre che la mia famiglia e i miei amici. Quando sono in Australia adoro andare in riva all’oceano, nuotare, fare surf. Le spiagge per me sono una parte importante dell'estate. È un periodo fantastico e coincide con novembre e dicembre, in mesi in cui l’allenamento è molto inferiore alla media e quindi puoi sempre staccare, fare un salto in spiaggia per nuotare o fare surf.

Lauren: Vengo da un paesino in Australia, non da una città. Quando mi alleno qui, vedo al massimo due auto in 50 chilometri. Mi piace molto sentirmi così nel remoto del mondo, mi piace quell'aspetto dell'essere nel cuore dell’Australia. È difficile provare sensazioni simili in Europa. Naturalmente mi mancano anche la famiglia e le realtà culturali. Il solo fatto di fare colazione in un bar è una cosa così importante in Australia e faccio fatica a trovarlo ovunque in Europa.

“Lo stile di vita Ozzie è indubbiamente tutto all'aperto, lagato alla natura e attratto dalla grande cultura del caffè in Australia.”

Lauren Kitchen

Come ci si sente a essere tornati a casa?

Brodie: È bello essere a casa. Di solito mi ritrovo con alcuni familiari e i miei amici più cari che non vedo da molto tempo. È bello se hai la sensazione di luoghi familiari.

Shara: Quando torno, mi sento davvero felice e pronta a staccare la spina per ripartire. Di solito ho un po' di tempo senza dovermi allenare in bici, quindi è fantastico incontrare la famiglia e gli amici. Sono abbastanza fortunato a vivere in un posto tropicale così straordinario con spiagge meravigliose. Sembra di essere in vacanza, ma puoi anche fare un giro di 5 ore con bel tempo e poi andare in spiaggia. Ritornare sul suolo di Ozzie è unico e speciale.

Lauren: Adoro tornare a casa, dalla mia famiglia, dai miei genitori. Vado in Europa ogni anno da quando ho finito il liceo, quindi torno sempre nella mia città natale in estate. Circa 2 anni fa, i miei genitori si sono trasferiti, quindi è stato uno shock quando sono tornato a casa all'improvviso e tutto era diverso. È stato anche molto emozionante perché ho potuto scoprire un nuovo posto mentre rivedevo la mia famiglia. È sempre bello tornare a casa, è così mentalmente rinfrescante. La preparazione agonistica in Australia è molto diversa da quella che farei in Europa nello stesso periodo, qui è estate e fa caldo.

“La definizione di casa è una sensazione che puoi vivere grazie alle persone che ti sono vicine. Non deve essere un luogo specifico, è solo un posto dove ti senti a tuo agio in quel momento.”

Brodie Chapman

Qual è secondo te il cliché più comune sull'Australia?

Brodie: Gli stranieri pensano sempre che ci siano ragni ovunque. Non ricordo l'ultima volta che ho visto un serpente in una città. Alcune persone pensano che non appena scenderanno dall'aereo, saliranno su un pitone ma non è del tutto vero, devi andare nella boscaglia per vedere quella fauna selvatica.

Shara: Sicuramente molti stranieri pensano che l'Australia sia troppo lontana per venire. Pensano che ci saranno tutti i tipi di serpenti, squali, ragni, coccodrilli mentre scendono dall'aereo. Abbiamo degli animali piuttosto spaventosi qui, ma non è così male. Fa parte della natura selvaggia del nostro continente. Alcune persone mi chiedono come posso vivere in Australia, ma ci siamo abituati!

Lauren: Una volta, ho visto i koala mentre mi stavo allenando e ho mandato una foto ad alcuni dei miei compagni di squadra e la loro risposta è stata "Oh, voglio coccolarli e abbracciarli". Alcune persone che vivono dall'altra parte della strada rispetto ai miei genitori hanno recentemente subito un intervento chirurgico perché i koala li hanno attaccati e hanno strappato loro le braccia, e queste persone sono dottori e ufficiali dell'ambulanza, quindi sanno come affrontarli! Gli stranieri pensano che i koala siano teneri e carini, ma sono molto aggressivi con artigli molto affilati, sono molto pericolosi! 

“Tornare sul suolo di Ozzie è unico e speciale.”

Shara Gillow

Cosa fai nel tempo libero nella tua Australia?

Brodie: Nel tempo libero resto fedele alla mia passione, mi piace solo andare in bicicletta e in mountain bike. Ho passato molto tempo in sella alla MTB nei boschi vicino a casa. Sono stato nel Queensland a pedalare di notte perché durante il giorno faceva troppo caldo. Era più emozionante pedalare di notte sui sentieri. Amo anche andare in spiaggia. Sono davvero fortunato ad aver vissuto a Sydney e lì intorno ci sono spiagge fantastiche. Mi piace molto anche andare nei caffè e nuotare nelle piscine naturali … Essere in acqua è qualcosa che puoi fare ovunque in Australia.

Shara: Quando torno qui, passo molto tempo a recuperare il tempo perso con la famiglia e gli amici tra un allenamento e l'altro. È l'unico periodo dell'anno in cui posso stare in un posto per diverse settimane di seguito senza dover saltare su un aereo. È piuttosto sorprendente e speciale. Adoro fare surf e trascorrere del tempo in giro per l’isola con la famiglia. Durante l'allenamento, i blocchi di nuoto e la palestra. Ottobre e novembre sono una parte molto importante dell'anno con molti allenamenti specifici, sessioni di ginnastica e nuoto, sessioni di corsa e molti chilometri in bicicletta.

Lauren: Ho recentemente finito una laurea, quindi ora ho un po’ più di tempo libero. Ultimamente ho passato molte volte nei bar, cose del genere e ho aiutato i miei genitori a organizzare la casa in cui si sono appena trasferiti ... È così che trascorro la maggior parte del mio tempo libero in estate. Un sacco di tempo per controllare e scoprire nuovi tipi di caffè, incontrando amici e familiari.

Qual è lo stile di vita di Ozzie?

Brodie: Lo stile di vita di Ozzie è la cultura del caffè, passare il tempo all'aria aperta e uscire con gli amici. 

Shara: Lo stile di vita di Ozzie è piuttosto rilassato, gli Ozzies sono persone tranquille e spensierate.

Lauren: Lo stile di vita di Ozzie è uno stile di vita all'aperto, una cultura dinamica. Al momento abbiamo a che fare con molti incendi boschivi purtroppo, è in continua evoluzione.

Grazie ai nostri 3 ciclisti Australiani per il loro tempo!